A.I.E.O.P.
AIEOP
 

Tu sei qui

Il Family Day apre il Congresso AIEOP

03 giugno 2013

A Roma dall’8 all’11 giugno 2013 in programma il XXXVIII Congresso AIEOP, Associazione italiana ematologia oncologia pediatrica. Il Family Day inaugura il congresso. In apertura,  sabato 8 giugno alle ore 10.00, incontro con la stampa

Il XXXVIII Congresso Nazionale AIEOP, Associazione italiana ematologia oncologia pediatrica, prende il via sabato 8 giugno a Roma, presso il centro congressi Angelicum della Pontificia Università San Tommaso D’Aquino, in largo Angelicum 1. Alle sessioni del congresso, presieduto da Franco Locatelli, direttore del dipartimento di onco-ematologia pediatrica del Bambino Gesù, intervengono nelle giornate di domenica 9, lunedì 10 e martedì 11, oltre duecento fra medici e ricercatori italiani e stranieri.
La prima giornata è significativamente dedicata al Secondo Family Day AIEOP sui temi dell’accoglienza e del dialogo tra operatori del settore, le famiglie e i piccoli malati.
In apertura, sabato alle ore 10, incontro con la stampa: moderatori Franco Mandelli (Roma) e Giuseppe Basso (Padova); partecipano il presidente AIEOP Andrea Biondi (Milano), il presidente di AIEOP Infermieri Rosanna Ceresoli (Brescia) e il presidente del Congresso e della Fondazione AIEOP Franco Locatelli.

Il Family Day è diventato parte integrante del Congresso Nazionale AIEOP per migliorare la comunicazione tra medici e ricercatori, famiglie dei piccoli malati e mondo dell’informazione, in una fase di rapida evoluzione della tecnologia associata alle cure emato-oncologiche, attraverso l’importanza sempre crescente che assumono la terapia cellulare, la sperimentazione e l’introduzione di nuovi farmaci.
Le strategie terapeutiche adottate nel corso degli ultimi decenni hanno portato a un costante e continuo miglioramento prognostico, permettendo di ottenere notevoli sviluppi nell’ambito delle cure ai pazienti emato-oncologici pediatrici: se negli Anni Settanta in Italia solamente un terzo dei bambini e degli adolescenti malati di leucemie e tumori aveva una speranza di guarigione, oggi la malattia è sconfitta in oltre l’80% dei casi.
Il successo delle terapie è determinato anche dalla qualità di vita del bambino con patologia emato-oncologica e dal sostegno morale e materiale alla sua famiglia. Il Family Day AIEOP costituisce un punto importante di riflessione inter e multidisciplinare, dove gli operatori della salute insieme ai genitori, ai ragazzi e ai volontari hanno un confronto costruttivo su temi che riguardano l’approccio terapeutico e assistenziale.
Il programma del Family Day esplora in particolare il rapporto che si crea fra il personale clinico, i pazienti e le loro famiglie; le due sessioni della giornata, sui temi dell’Accoglienza e del Dialogo, lasciano spazio a un’ampia discussione aperta a tutti i presenti e moderata attivamente.
Sul tema dell’accoglienza al bambino in ospedale - moderatori M. Bertolotti (Torino) e G. Leo (Roma), presidente dell’Associazione Peter Pan Onlus - intervengono E. Rostagno (Bologna) coordinatore gruppo di lavoro infermieristico AIEOP “Il punto di vista dell’infermiere”, C. Favara (Catania) “Il punto di vista dello psicologo” e G. Dini (Genova) “L’accoglienza al bambino straniero”. Sull’accoglienza alla famiglia vengono raccontate le esperienze di Fondazione per l’Infanzia Ronald Mc Donald Italia, Associazione Davide Ciavattini-Onlus, Associazione Peter Pan-Onlus, Associazione Dynamo Camp-Onlus. Segue dibattito condotto da E. Barisone (Torino) e M. Jankovic (Monza) con Angelo Ricci Presidente FIAGOP (Federazione Italiana Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica) che presenta i servizi alle famiglie organizzati dalle associazioni territoriali.
Sul tema del dialogo - moderatori A.M. Marconi (Roma) presidente Associazione Bambini Emato-Oncologici ABE-Onlus e Luisa Massimo (Genova) - intervengono E. Barisone (Torino) “Il dialogo tra operatori”, D. Scarponi (Bologna) “Il dialogo con i genitori”, A. Ferrari (Milano) “Il dialogo con l’adolescente”, A. Tornesello (Lecce) “Il dialogo tra Centri”, I. Ripamonti (Monza)  “Il dialogo tra operatori e genitori”. Segue dibattito condotto da A. Pession (Bologna) e M. Bertolotti (Torino). “Attualità in tema di assistenza. l’Art-Therapy” è il tema dell’intervento di A. Anagnostopoulos (Roma) che precede le riflessioni conclusive di E. Barisone e M. Jankovic.

Sul sito www.aieop.org informazioni su AIEOP, i programmi completi del XXXVIII Congresso Nazionale e del Secondo Family Day.
Segreteria AIEOP tel. 051 6364667 - fax 051 345759 -  e-mail: ufficiostampa.aieop@gmail.com